Storia

 

 

Attualmente Metropolitana di Parigi e RATP (Régie Autonome des Transports Parisiens - Ente pubblico Autonomo dei Trasporti di Parigi) sono due nomi strettamente associati.

Non si può parlare dell'una senza pensare all'altra. Ma non sempre stato così! Quando nacque, la metropolitana di Parigi era gestita da due compagnie private!

 

La prima compagnia fu la CMP (Compagnie des chemins de fer Métropolitain de Paris - Compagnia delle ferrovie metropolitane di Parigi). Il suo "creatore" Fulgence Bienvenüe, inaugurò la prima linea del metrò (Porte Maillot-Porte de Vincennes) il 19 luglio 1900. E cosí nacque la celebre metropolitana di Parigi!

 

Ma nel 1898 Jean Baptiste Berlier, ingegniere della Scuola Nazionale Superiore delle miniere di Saint Etienne, ritorna in scena (aveva già depositato un progetto di "Tram sotterraneo" nel 1887). e deposita il suo progetto di costruzione di una linea a grande profondità che unisse - da nord a sud - Montmartre a Montparnasse.

 

 

Dopo l'approvazione del progetto il 28 dicembre 1901 e il 28 novembre 1902 dal Comune di Parigi, e nel 1905 con un voto del parlamento, Jean Baptiste Berlier si associa con diversi finanziatori come Xavier Janicot - rappresentante dell' OMNIOM (compagnia delle ferrovie e dei tram di Lione) - e con la Banca di Parigi, dei Paesi Bassi e di altri banchieri di Marsiglia.

Chiamata dapprima "Societá Berlier-Janicot" la societá delle "Ferrovie ad elettricitá sotterranee Nord-Sud di Parigi" veniva cosí creata nel luglio del 1902.

La prima assemblea generale costitutiva della societá, ebbe luogo il 16 maggio 1905.

 

20 rue d'Athènes... l'antica sede della compagnia.

Il 23 dicembre 1901, venne accordata alla società la gestione di tre linee o, più precisamente, di una linea e di due "prolungamenti":

- Una linea (nominata dalla Nord-Sud "Linea A") che unisse Montmartre (Place des Abbesses) a Montparnasse-gare (stazione dei treni), dichiarata di pubblica utilità il 3 aprile 1905.

- Un primo prolungamento che collegasse Montparnasse a Porte de Versailles.

- Un secondo prolungamento che collegasse la Gare Saint Lazare a Porte de Saint Ouen (Chiamata dalla Nord-Sud "Linea B"). Prolungamento dichiarato di pubblica utilità il 19 luglio 1905.

Inoltre un altro prolungamento approvato il 3 luglio 1905, porta la linea A da Place des Abbesses fino a Place Jules Joffrin. Troncone dichiarato di pubblica utilità il 1 aprile 1908.

Dieci giorni più tardi il capolinea nord della linea A viene prolungato fino a Porte de la Chapelle, ma sarà dichiarato di pubblica utilità solo il 24 gennaio 1912!

Un terzo prolungamento dalla stazione La Fourche fino a Porte de Clichy, viene dichiarato di pubblica utilità l' 11 giugno 1909.

infine viene approvato un prolungamento dalla Gare de Montparnasse fino a Porte de Vanves (chiamato illusoriamente linea C) viene dichiarato di pubblica utilità il 19 luglio 1912.

Le linee della rete disegnata dalle concessioni accordate alla Nord-Sud, sono rappresentate nella pianta di Parigi qui sotto.

 

 

Ma Berlier avrebbe presto incontrato numerosi problemi. :

Finanziari, innanzitutto. Poichè il Comune di Parigi non accordò alcun finanziamento. Al contrario, la Nord-Sud doveva pagare al Comune una quota su ciascun biglietto venduto.

Poi problemi tecnici, poichè si dovette rialzare la profondità inizialmente prevista per la linea A (tranne che per l'attraversamento della collina di Montmartre a 30 metri di profondità; e per l'escavazione del tunnel sotto la Senna). Inoltre il Comune di Parigi non aiutò in alcun modo con una deviazione delle canalizzazioni sotterranee, cosa che fece con la CMP. É per questo motivo che il tracciato appare cosí sinuoso con, per esempio, le stazioni in curva.

Infine la Nord-Sud doveva armonizzare con la CMP il prezzo del biglietto (25 centesimi di franco per la prima classe, 15 per la seconda, e 20 per l' andata e ritorno), il piano degli orari e le caratteristiche tecniche del materiale rotabile. Tutto ciò per unificare al meglio le due reti al momento della scadenza delle concessioni.

Georges Bechmann, nominato direttore generale della società il 1 luglio 1905, succedette a Jean Baptiste Berier nelle relazioni con le pubbliche istituzioni. Alla fine del 1905, dopo 5 anni di aspre discussioni, la questione dello scambio gratuito per il pubblico, giunse al seguente risultato: La Nord-Sud dovrà pagare, per lo scambio, una somma annuale alla CMP e al Comune di Parigi!

I primi lavori della linea A cominciarono alla stazione Porte de Versailles nel 1905. Nel 1906 cominciò l'attraversamento della Senna, utilizzando la tecnica detta "a scudo" voluta da Berlier... ci si impiegheranno tre lunghi anni! Infine il 5 novembre 1910 il primo troncone Porte de Versailles-Notre Dame de Lorette (linea A) venne aperto al pubblico!

L'anno successivo il padre della rete Nord-Sud decedette proprio quando veniva inaugurato, il 26 febbraio, il primo troncone della linea B: Saint Lazare-Porte de Saint-Ouen.

La linea B fu terminata (La Fourche - Porte de Clichy) nel 1912. Alla fine di quell'anno Georges Bechmann lasciò la direzione generale della società, per un meritato pensionamento. Fu sostituito da Jacques Simon.

Ma Bechmann resterà molto legato alla società Nord-Sud, dato che avrebbe lavorato con suo figlio Lucien; ma anche con Fulgence Bienvenüe e il presidente Janicot.  Morì l' 11 aprile 1927.

Bisognò attendere fino al 1916, in piena guerra mondiale, per vedere terminata la linea A, con il capolinea che si spingeva a nord fino a Porte de la Chapelle.

Fortunatamente arrivò il successo! Il traffico passò da 40 milioni di viaggiatori nel 1911, a 56 milioni nel 1914, fino a 80 milioni nel 1917!

Un successo innegabile! I viaggiatori scoprirono delle stazioni più belle: i nomi delle stazioni erano scritti con delle ceramiche, come le direzioni dei convogli scritte sui timpani dei tunnel! Anche il confort delle carrozze fu molto apprezzato. Questo successo permise alla società di rimborsare già dal 1914, i 140 milioni di franchi che aveva ottenuto come finanziamento per i lavori. Ma la situazione finanziaria restava preoccupante!

E, purtroppo, con la crisi del dopo-guerra per la Nord-Sud come per la CMP, cominciarono i primi problemi finanziari. Le tariffe dei biglietti di entrambe le compagnie aumentarono, ma non riuscivano a coprire i debiti. al punto che il Comune di Parigi intervenne nel luglio 1921 col finanziamento delle due società, evitandone il fallimento. Ottenendo anche il diritto a una parte degli utili. La Nord-Sud era ormai controllata finanziariamente dal Comune di Parigi!

Nel 1927 il Comune di Parigi diede il consenso al prolungamento verso la periferia delle linee della metropolitana delle due compagnie. Prolungamento dichiarato di pubblica utilità il 24 dicembre 1929.

Riguardo la Nord-Sud si decise di estendere:

- La linea A da Porte de Versailles verso Mairie d'Issy, con priorità assoluta. I lavori furono iniziati dalla Nord-Sud, ma terminati dalla CMP.

- La linea A da Porte de la Chapelle fino alla caserma di Saint Denis (nei pressi dell' omonima chiesa). Progetto non realizzato.

- La linea B da Porte de Clichy al ponte di Clichy. Progetto non realizzato.

- la linea B da Porte de Saint Ouen a Rue de Landy (presso la Mairie de saint Ouen). Progetto non realizzato.

Ancora una volta, nel 1925, la società Nord-Sud era al verde! Ma il Comune di Parigi continuava a riscuotere le sue quote di utile, e la CMP lo incoraggiava a rilevare la Nord-Sud.

Sotto la pressione di alcuni consiglieri comunali, dal 1928, di rilevare entrambe le compagnie, la CMP e la Nord-Sud decisero di comune accordo di fondersi. Permettendo la salvaguardia e l'indipendenza delle due compagnie. Questo accordo fu sancito durante l'estate del 1930, e fu reso effettivo il 1 gennaio 1931.

Chiaramente questa fusione fu, di fatto, una incorporazione della Nord-Sud nella CMP (ne è testimone lo stile delle stazioni costruite a partire dal 1931 sul prolungamento della linea A, che sono,appunto, in stile CMP e non Nord-Sud). Le due compagnie erano salve ma, mentre una conservò il proprio nome, l'altra lo vide sparire con essa stessa.

Così morì la rete Nord-Sud!

La linea A divenne la linea 12; e la linea B la linea 13 (seguendo la numerazione della CMP).

La linea C non ebbe il tempo di nascere con la Nord-Sud. Fu interamente costruita e aperta dalla CMP nel 1937. All'inizio congiungeva Porte de Vanves a Bienvenüe, poi Portes de Vanves a Invalides, col nome di linea 14 (ora parte dell'attuale linea 13). La linea C, quindi, non esiste che negli archivi di Monsieur Berlier.

Peccato... perchè sarebbe stato bello passeggiare sulla linea C e fermarsi, per esempio, alla stazione di Gaîté decorata nello stile "Nord-Sud" (foto in basso), anzichè nell'effettivo stile CMP!

Foto realizzata con fotoritocco

Per la cronaca, nel 1949 la CMP passò sotto il controllo dello Stato Francese e fu ribattezzata RATP, nome con cui è ancora oggi conosciuta!

 

Ecco come nacque, prosperò e morì la Nord-Sud all'inizio del 1900!